MAURIZIO BORIOLO

maurizio

Direttore d’orchestra, compositore e pianista, Maurizio Boriolo é direttore stabile dell’orchestra New Art Ensemble con il pianista Bruno Canino in qualità di solista e con cui, dal ’94 svolge una intensa attività concertistica, ottenendo ampi consensi di pubblico e critica, sempre all’insegna del “tutto esaurito”: Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Salle Gaveau di Parigi, Teatro Regio di Parma, Grand Théâtre di Ginevra, Istituzione Universitaria La Sapienza di Roma, Teatro Manzoni di Milano, Opernhaus di Zurigo, Teatro Olimpico di Vicenza, Amici della Musica di Firenze, Società del Quartetto di Vercelli, Ente Lirico di Cagliari, Teatro Nazionale di Roma, Ass. B. Baratelli dell’Aquila, Teatro Coccia di Novara, Festival Pontino, per citarne alcuni, sia in concerti sia in tournée.

   Tra le varie orchestre dirette annovera l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, l’Accademia di Santa Cecilia di Roma, la Boston Symphony, il Coro e l’Orchestra dell’Arena di Verona, la Pittsburgh Youth Symphony Orchestra, la Pittsburg Sinfonietta, l’Orchestra della Svizzera Italiana, i Solisti Brandeburghesi (con i quali ha inciso “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi), I Percussionisti della Scala, L’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Sinfonica Carlo Coccia, l’Orchestra Sinfonica Alessandria Classica, e diverse formazioni corali tra cui I Cantori di Assisi, I Laudesi Umbri di Spoleto, il Coro di Voci bianche del Teatro Alla Scala di Milano.

   Ha inciso cinque CD per la PolyGram tra cui Rhapsody in Blue (con Canino al pf) e Live in Paris registrato dal vivo alla Salle Gaveau di Parigi.

   Ha al suo attivo composizioni per orchestra, commissionategli da vari Enti e Teatri tra cui il Teatro Alla Scala di Milano per i Percussionisti della Scala, la Fondazione Arena di Verona per Soli, Coro e Orchestra Filarmonica di Verona, Nae Music per New Art Ensemble ed altre formazioni cameristico/sinfoniche.

   Tra le sue composizioni più recenti: “Naufragus” (episodi per Balletto anche in versione per Soli, Coro e Orchestra); “The Phoenix & the Turtle” (per balletto con orchestra – dall’omonimo poemetto di William Shakespeare) per la London Symphony Orchestra; “Divertimento per pianoforte e piccola orchestra” per New Art Ensemble; “Contredance” per Pianoforte e percussioni per i Percussionisti del Teatro Alla Scala di Milano e “Preludio” per gli Ottoni del Teatro Carlo Felice di Genova.

   Ha composto, inoltre, alcuni tra i più conosciuti jingle per spot pubblicitari televisivi nazionali (Cremeria Motta, Valfrutta, Malizia, Cebion, Soflan, Winchester ecc.) per oltre 40 spot televisivi nazionali, 4 europei e 2 per America, Canada, Giappone e Australia oltre a varie colonne sonore per film documentari (Metropolitana Milanese linea 3, Industrie chimiche Erbamont, Ferrovie Nord Milano).

   In età giovanile ha collaborato come pianista ed arrangiatore con Antonello Venditti (tour e CD Circo Massimo e tour Italia/Germania), Franco Fanigliulo (tour Italia e composizioni discografiche), Mario Lavezzi e Marco Ferradini (tour Italia).

   Presidente dell’Associazione Cultura Contemporanea, dal 2006 al 2010 è stato Consigliere per le attività di orientamento musicale della Regione Piemonte.

   Al Conservatorio G.Verdi di Milano ha studiato pianoforte sotto la guida di Bruno Canino e organo con Galliera Frik Eva e Luigi Celeghin. Successivamente si è diplomato in direzione d’orchestra all’Accademia di Alto Perfezionamento di Pescara con il M° Renzetti.

   La freschezza e la creatività delle sue interpretazioni sono state accolte con vivo entusiasmo sia dal pubblico sia dalla critica: “veramente ben fatto!” (Sir Georg Solti); “è di queste nuove realtà che la musica oggi ha bisogno” (Giorgio Gaslini); “fantasiosissime, brillanti reinterpretazioni” (Riccardo Risaliti, CD Classica); “varietà del suono orchestrale e senso del ritmo” (Emilio Signorini, Tutto Musica & Spettacolo); “farà parlare di sé, e non solo per l’originalità” (Paola Busnelli, Il Giornale della Musica); “pregevoli arrangiamenti musicali e grande perizia direttoriale” (Luca Della Libera, Piano Time); “mirabili esecuzioni, sicuramente un successo anche in America” (Mme De Valmalète, Salle Gaveau).

Annunci